Origini del Rotary Club di Meda e delle Brughiere

E' la sera del 13 maggio 1993, presso il ristorante Fossati di Carate Brianza; Cesare Augusto Asnaghi e Armando Veggetti, storici soci del R.C. Seregno Desio Carate, riuniscono intorno a sé in una piacevole conviviale un certo numero di giovani imprenditori e professionisti, con la precisa intenzione di fondare un nuovo Rotary Club. Una trentina i soci fondatori: molti dei loro cognomi lasciano capire che per essi il Rotary non è un estraneo, è già "in famiglia"; altri sono conosciuti per la loro professionalità e le qualità umane. Il clima è festoso ma insieme serio e produttivo…. La serata è di quelle che lasciano il segno. E' la prima di una lunga serie. In seguito, durante alcune conviviali allo Sporting Club di Monza, varie e interessanti relazioni di ospiti si alternano a quelle di soci che presentano le proprie attività professionali, si istituiscono le prime commissioni di lavoro, ci si impegna per dare un aspetto ben definito al nostro Club: è il modo di conoscersi più a fondo e stringere rapporti di amicizia. Si decide che il ristorante del Castello di Carimate sarà la sede per le conviviali ordinarie e che presso la Villa Antona Traversi di Meda si terranno le conviviali più significative e gli eventi più importanti. Il 19 ottobre 1993, come è riportato sulla "Carta" del Club, è la data di nascita ufficiale del Rotary Club di Meda e delle Brughiere. Suo primo Presidente è Augusto Asnaghi; il territorio assegnato al R.C. Meda è il medesimo territorio del Club Padrino SE.DE.CA. La consegna ufficiale della Carta del Club da parte di Arrigo Beltrame, Governatore del Distretto 2040, avviene giovedì 27 gennaio 1994, tra gli splendidi affreschi della Sala del Coro della antica Villa Antona Traversi. La relazione di questa serata, scritta da Valerio Brucoli per il bollettino del Club, descrive pienamente l’atmosfera, gli stati d’animo e le emozioni profonde provate da tutti i presenti. Augusto Asnaghi e Armando Veggetti hanno dato vita ad un Rotary Club con una impostazione nuova, moderna, adatta ai tempi, basata sulla amicizia e mirata alla massima efficienza nel “servire”.

Chi siamo

La prima riunione informale del costituendo Rotary Club di Meda e delle Brughiere, si tenne il 13 maggio 1993 per volere di Cesare Augusto Asnaghi, coadiuvato da Armando Veggetti – soci del R.C. SEDECA - incaricati dall’allora Governatore Luciano Deriu Campus di costituire un nuovo Rotary Club sullo stesso territorio del già presente R.C. SEDECA. Ventinove i soci fondatori che ricevettero ufficialmente la “Charta” – che indica la data del 19 ottobre 1993 – dalle mani del Governatore Arrigo Beltrame, il 27 gennaio 1994, presso Villa Antona Traversi che da allora continua ad ospitare gli avvenimenti più importanti del Club. Attualmente i soci sono 44 e la sede è presso il Golf Country Club di Carimate. L’attività del Club si è sviluppata, fin dall’inizio, seguendo diversi filoni con programmi da collocarsi nell’ambito delle tradizionali “vie d’azione” rotariane. Per quanto riguarda, in particolare, l’aspetto artistico-culturale delle attività del Club, due sono i momenti più rappresentativi. Il primo riguarda l’importante opera di restauro dell’affresco “Adorazione dei Magi”, opera di Bernardino Luini e della sua scuola, custodita nella Chiesa del Monastero di S. Vittore in Meda. A questo riguardo l’impegno del Club è stato notevole; il Club, infatti, ha avuto la lungimiranza ed il coraggio di dare vita ad un progetto pluriennale che ha portato al risultato di restituire, perfettamente restaurata, un’opera d’arte non solo di assoluto valore artistico, ma anche di grande significato storico, se si tiene conto che l’affresco era sicuramente presente e terminato nel 1520. Il secondo momento, altrettanto importante, riguarda la pubblicazione di 11 bolle papali (rectius “Litterae Pontificiae”), emanate dalla Cancelleria Pontificia tra il 1176 ed il 1188, tutte dirette al Monastero di S. Vittore di Meda e tuttora conservate nell’omonimo fondo, nella Villa Antona Traversi. Le “Litterae”, alcuna delle quali ancora munite di sigillo originale, sono di grandissima importanza per la comprensione di avvenimenti assai rilevanti non solo per la storia locale. Alla pubblicazione è aggiunta, in appendice, quella di altri sette documenti fondamentali per un maggiore approfondimento delle vicende oggetto delle summenzionate “Litterae”.

loader

banner gero

 

Via Lazzaretto, 19 - 20831 Seregno (MB)
Tel. +39 0362 222838
Ufficio di Segreteria

 

COOKIE POLICY

 

© 2019 - Tutti i diritti riservati.
web by SOFOS Italia