Home » News » CONVIVIALE DEL 16/5/2024 – ENERGIA DAI RIFIUTI

CONVIVIALE DEL 16/5/2024 – ENERGIA DAI RIFIUTI

Oggi, televisione, giornali, riviste, convegni, associazioni ed istituzioni sono impegnate, a vari livelli, a discutere intorno ai problemi ambientali (cambiamento climatico, inquinamento dell’aria, fenomeni estremi, desertificazione ecc.).

Tra i tanti temi in discussione, uno riguarda i rifiuti e, più precisamente se e come è possibile ricavare energia dai rifiuti stessi.

A parlarci di questo argomento e delle questioni ad esso connesse, è intervenuto come relatore l’Ing. Carlo Acquistapace, laureato in ingegneria per l’ambiente e il territorio al Politecnico di Milano nel 2002, esperto della materia per avere lavorato, oltre che all’estero (Romania, Sud Africa, Spagna e Polonia) alla realizzazione dell’impianto di termovalorizzazione e recupero energetico di Brescia, l’impianto più grande d’Italia.

Si deve subito dire che l’Ing. Acquistapace ha avuto il merito di presentare un argomento molto specialistico, con grande semplicità esponendolo in modo chiaro ed intelligibile anche ai non esperti, senza peraltro trascurare l’esattezza di quanto esposto.

Tre principalmente i punti toccati dal relatore: il grosso miglioramento nell’ambito dell’efficentamento energetico, la riduzione delle emissioni e la complessità progettuale dell’impianto di Brescia.

Premessa la differenza tra inceneritore (che esiste da tempo) e termovalorizzatore, il relatore, si è concentrato su cosa è e come funziona un termovalorizzatore.

Uno degli aspetti più rilevanti è quello che riguarda il recupero dei fumi da cui recuperare energia.

E’ stato poi illustrato anche con l’ausilio di immagini, l’impianto di termovalorizzazione di Brescia che, come detto, al momento è il più grande in Italia; più di 200.000 sono le famiglie che usufruiscono dell’impianto attraverso il teleriscaldamento che rappresenta uno degli aspetti più rilevanti, anche dal punto di vista economico, di tutto l’impianto attraverso il quale, con lo smaltimento dei rifiuti si genera energia.

Si tratta di un impianto certamente all’avanguardia, consegnato addirittura in anticipo sui tempi previsti, con un netto miglioramento delle emissioni inquinanti; ora l’efficienza dell’impianto arriva al 98%.

Al termine della relazione, numerosi sono stati i quesiti posti al relatore a dimostrazione che, anche un argomento molto specialistico e non facile può essere reso comprensibile a tutti se illustrato in maniera adeguata.

Le problematiche connesse sono molto numerose e hanno un forte impatto sulla nostra vita attuale e futura; sapere qualcosa di più non guasta di certo.

Condividi l'articolo