Home » News » Conviviale del 18/4/2024 – 30° di fondazione del Club

Conviviale del 18/4/2024 – 30° di fondazione del Club

Il mese di aprile di quest’anno rotariano ci ha riservato due momenti che difficilmente scorderemo: la serata con Al Bano per la raccolta fondi in favore dell’Associazione “Matteo Riboldi” del 4 aprile e il 30° anniversario di fondazione del nostro Club il 18 dello stesso mese.

Il 30° anniversario di fondazione, ciò vale in generale per ogni forma associativa e non solo per un Club Rotary, rappresenta un traguardo importante: si può incominciare a fare un bilancio di un periodo abbastanza lungo nel quale la personalità di un Club è già ben delineata e i momenti da ricordare incominciano ad essere numerosi.

È stata una serata molto partecipata, più di cento i presenti, nella quale un po’ di giustificata emozione ha fatto capolino soprattutto per coloro che questi trent’anni li ha vissuti tutti.

Il luogo della festa non poteva che essere villa Antona Traversi, la sede delle nostre grandi occasioni che, ancora una volta, ci ha accolti con la consueta signorilità e calore.

Tutti presenti, o quasi, i soci attuali, ma quello che ha maggiormente colpito è stata la presenza di tanti ex soci – alcuni dei quali fondatori – che non hanno voluto mancare a questo appuntamento così “speciale”.

È stato bello rivedere i volti di numerosi amici con i quali abbiamo condiviso tanti momenti rotariani che si sono succeduti in questi anni.

È stato come riavvolgere la pellicola di un film e rivedere parte della nostra vita vissuta insieme nel Rotary, è stato davvero emozionante!!!

A festeggiare con noi erano presenti Paolo Chieregatti, AG del nostro Gruppo che ha portato i saluti del Governatore Giuseppe Del Bene impegnato in un importante evento interdistrettuale, Mario Meregalli, Presidente del R.C. SEDECA, Giorgio Vago e Massimo Vialardi, rispettivamente Presidente del R.C. Varedo e R.C. Colli Briantei e Marco De Capitani, in rappresentanza del R.C. Merate vista l’assenza del Presidente Nicola Piazza, impossibilitato ad intervenire.

Era pure presente il Rotaract al completo con la Presidente Melissa Shao, la loro presenza è stata particolarmente gradita; gradito ospite anche il Past Governatore del Distretto 2050, Angelo Pari.

Ad allietare la serata con piacevoli intermezzi musicali Daniela Mastropietro, moglie di Massimo Pergolini, accompagnata da Rita Bacchilega alle tastiere che hanno eseguito una serie di brani musicali e canori.

La cronaca della serata è lasciata all’intervento del Presidente del Club Antonio Colleoni, che qui di seguito si riporta con alcuni aggiustamenti del caso:

Carissimi amici e gentili ospiti, benvenuti a questa serata “speciale” nella quale stiamo festeggiando il 30° anniversario di fondazione del nostro Club.

Siamo davvero molto numerosi, oltre ai graditissimi ospiti, è presente il 90% degli attuali soci, un vero record che mi fa molto piacere e, soprattutto, sono con noi tanti ex soci che non hanno voluto mancare a questo appuntamento così significativo, vuol dire che non hanno dimenticato il Rotary.

Grazie davvero a tutti per la vostra presenza.

Devo confessare che provo un po’ di emozione, credo condivisa soprattutto dai soci fondatori che sono qui con noi.

La memoria, e chi di voi era presente quella sera lo può testimoniare, ci riporta al 27 gennaio 1994, serata davvero indimenticabile nella quale, nello stesso luogo di oggi, è stata consegnata ad Augusto Asnaghi, primo Presidente del nostro Club , la “Charta” costitutiva, dall’allora Governatore del Distretto 2040 R.I., Arrigo Beltrame.

Il Rotary Club di Meda e delle Brughiere era ufficialmente nato.

Assieme ad Augusto Asnaghi, desidero accumunare nel ricordo grato e commosso, Armando Veggetti, nostro secondo Presidente e tutti i Presidenti e i soci che, purtroppo, ci hanno prematuramente lasciato.

Augusto Asnaghi e Armando Veggetti, allora soci del R.C. SEDECA, nostro Club padrino nel Rotary, incaricati dall’allora Governatore di far nascere un nuovo Club, ci hanno guidati nei nostri primi passi dell’avventura rotariana, con lungimiranza, cura ed attenzione, facendoci comprendere che cosa era il Rotary con insegnamenti e preziosi consigli di cui abbiamo fatto tesoro che abbiamo cercato di seguire e di mettere in pratica, sempre.

Quello è stato il punto di partenza, la base sulla quale negli anni, i Presidenti che si sono succeduti e tutti i soci, hanno costruito il nostro Rotary fatto di amicizia, collaborazione, progettualità e voglia di fare, anche con il contributo di consorti e familiari, soprattutto nei primi anni.

Abbiamo creduto, fin da subito, in un Rotary moderno proiettato nel futuro, a volte anticipando scelte che poi il nostro Distretto ha fatto.

Lo dico non per una sorta di autocelebrazione che non è nel nostro stile, ma perché è stato così e continua ad essere così, di ciò dobbiamo giustamente essere orgogliosi.

Il nostro Club si è anche distinto a livello distrettuale: ha espresso il Governatore dell’anno rotariano 2008/2009, Sandro Clerici, Elena Grassi, nel recente passato. è stata per due anni Segretaria Distrettuale (e lo sarà anche nel prossimo), due sono stati i Presidenti del Comitato delle Rotariadi, Giancarlo Caronni e Marco Amistani (attuale Presidente), e tanti soci, negli anni, sono stati e alcuni lo sono ancora, componenti in diverse Commissioni distrettuali.

In questi 30 anni, assai numerosi sono stati i progetti e i programmi portati avanti, a volte con fatica, ma con la consapevolezza di vivere pienamente il Rotary.

Non è possibile ricordarli tutti, dai progetti internazionali a quelli locali: permettetemi solo qualche numero significativo che da l’idea del nostro impegno:

  • circa 125 i soci che si sono succeduti in questi 30 anni: ora siamo 30 con 2 onorari;
  • circa 660 il numero delle riunioni conviviali;
  • più di 240 i progetti e i programmi svolti (mediamente 7/8 per anno).
 

Il simbolo del Rotary, come è noto, è la ruota che vuole significare movimento e continuità: si è rotariani sempre; abbiamo costantemente cercato di vivere questo principio nel miglior modo possibile, il seme che è stato piantato 30 anni fa è germogliato e ha dato molti frutti.

Tutti i Presidenti e tutti i soci hanno contribuito a far girare la ruota del Rotary con passione, professionalità ed entusiasmo non lesinando mai il loro costante impegno.

Grazie di cuore per quello che ognuno di voi ha fatto in questi 30 anni, grazie soprattutto ai Presidenti che si sono succeduti, da Augusto Asnaghi, primo Presidente a Marina Andreotti che mi ha preceduto nella carica lo scorso anno.

Il nostro Club oggi raggiunge un traguardo che è già significativo, ma ora volta pagina.

I prossimi tre Presidenti che si succederanno, Cora Colombo, Mario Arienti e Gaia Monti, siamo certi che continueranno il cammino lungo il sentiero che è stato così ben tracciato, perché sono giovani, capaci, motivati e hanno quella giusta dose di entusiasmo che è sempre importante.

Di sicuro, il nostro Club è in buone mani!!!

Ci sarebbero tante altre cose da ricordare, mi fermo qui con questi pensieri che non sono solo miei ma di tutti i soci, passati, presenti e, spero, anche futuri.

Prima di concludere, permettetemi di ringraziare Giovanni e Donna Federica Antona Traversi per averci ancora una volta ospitati in questa sede così prestigiosa che ha sempre visto i momenti più importanti della storia del nostro Club, l’ultimo dei quali è quello che stiamo vivendo questa sera.

Termino con una frase, tra le tante, di Paul Harris, che nel 1905 a Chicago ha avuto l’intuizione di fondare il Rotary.

Il Rotary è in grado di abbracciare il mondo con i suoi ideali di amicizia, comprensione e servizio”.

Al termine dell’intervento del Presidente, ha preso la parola Mario Meregalli, già socio fondatore del Club e attuale Presidente del R.C. SEDECA, che ha ricordato con belle parole la serata della nascita del nostro Club augurando allo stesso le migliori fortune. 

Condividi l'articolo