Home » News » Conviviale del 4/4/2024 – Associazione “Matteo Riboldi” e Al Bano

Conviviale del 4/4/2024 – Associazione “Matteo Riboldi” e Al Bano

A volte accadono cose impreviste ed imprevedibili, ma accadono.

Grazie ad una serie di fortunate circostanze ed ai buoni uffici di Marco Amistani e Roberto Conti, il nostro Club ha organizzato una serata con un ospite davvero importante: Al Bano Carrisi.

Presentare Al Bano è un esercizio puramente formale, quasi inutile, data la notorietà del personaggio. È stato e lo è ancora, una vera e propria icona della musica e della canzone italiana da molti anni a questa parte.

È stata una serata assolutamente ben riuscita con più di 150 presenze e ancor meglio organizzata in ogni aspetto; tra i presenti anche Carlo Fraquelli, Governatore eletto del nostro Distretto per il prossimo anno rotariano, Paolo Chieregatti, AG del nostro Gruppo e Mario Meregalli, Presidente del R.C. SEDECA, riunito con noi in interclub, oltre a numerosissimi ospiti tra familiari ed amici.

Questa serata offre l’occasione per sfatare qualche mito o pregiudizio.

Si poteva pensare che un personaggio così noto potesse avere un atteggiamento di sufficienza nei confronti di una serata di questo tipo: assolutamente NO!!!

Al Bano, fin dal primo momento si è dimostrato persona assai affabile, simpatica e con un’innata capacità di comunicazione davvero invidiabile.

Per un artista che ha calcato i più importanti palcoscenici del mondo, un atteggiamento così amichevole ed empatico è stata una piacevole sorpresa per tutti.

Al Bano non si è risparmiato di certo. Ha eseguito una decina di brani tra quelli più noti del suo repertorio, con grande energia e capacità vocali ancora straordinarie, coinvolgendo il pubblico che ha partecipato con entusiasmo alla notevole performance di Al Bano con un finale nel quale erano tutti in piedi ad ascoltare l’ultimo brano presentato. Tutti i brani sono stati introdotti e presentati da Al Bano con grande passione dimostrando un’umanità davvero sorprendente. Ma non è tutto.

La presenza di Al Bano che ha richiamato così tante persone, aveva uno scopo ben preciso: una raccolta fondi per l’Unità ematologica dell’Ospedale Giovanni XXIII di Bergamo, struttura all’avanguardia nelle cure delle malattie ematiche con particolare riferimento ai linfomi.

Tutto ciò è stato possibile grazie all’Associazione “Matteo Riboldi” che da anni è in contatto con l’ospedale bergamasco.

L’Associazione era rappresentata da Lele Riboldi e Donatella Tagliabue, genitori di Matteo, rispettivamente Presidente e Vice Presidente dell’Associazione.

La stessa Signora Tagliabue ha presentato l’Associazione e le sue finalità, consegnando ad Al Bano una targa a ricordo della serata.

Lo stesso Al Bano, fin da subito, ha subordinato la sua partecipazione alla serata, al fatto che fosse dedicata alla raccolta fondi a favore dell’Associazione, dimostrando tanta sensibilità per uno scopo così importante e significativo in favore della ricerca.

La ricerca è fondamentale in tutti i campi e, in particolare, in quello medico-scientifico dove il lavoro, l’impegno e la passione dei ricercatori ha costantemente bisogno di nuovi generosi contributi. Contribuire alla ricerca è un dovere di tutti e, in particolare, per il Rotary che fa del “servire” la sua missione più importante.

Un’ultima cosa. Alla fine della serata è stata messa all’asta una chitarra autografata dallo stesso Al Bano; grazie all’abilità di Gaia Monti e Andrea Viganò come battitori, il contributo in favore dell’Associazione è così aumentato considerevolmente.

È doveroso un ringraziamento particolare a Marco Amistani per l’attenzione prestata per l’organizzazione della serata e a Roberto Conti per avere procurato tutta la strumentazione necessaria per una serata che certamente ricorderemo a lungo.

Di seguito lo scambio di email con l’Associazione:

Il giorno 18 apr 2024, alle ore 14:34, donatella tagliabue <donatellata@gmail.com> ha scritto: 

Gentilissimo Dr Colleoni, 
a nome di tutti i componenti dell'Associazione Matteo Riboldi, desideriamo esprimere a Lei e a tutti i Soci del Rotary Club di Meda la nostra gratitudine per la sensibilità e l'entusiasmo che avete dedicato all'organizzazione dell'evento di " ALBANO CARRISI" in favore della Ricerca per la lotta alle malattie ematiche e principalmente Linfomi. 
Vedere la numerosa partecipazione e il grande e generoso sostegno sono testimonianza del successo della serata. 
Rinnovando i ringraziamenti, Vi salutiamo cordialmente. 
Il Presidente
GABRIELE RIBOLDI
Vicepresidente DONATELLA TAGLIABUE

Il giorno ven 19 apr 2024 alle ore 08:51 Antonio Colleoni <antonio.colleoni@gmail.com> ha scritto:

Gent.ma Sig.ra Donatella, 
La ringrazio infinitamente, anche a nome del Club, per le Sue parole, abbiamo cercato semplicemente di contribuire, per quanto ci è stato possibile, ad una causa importante come è la ricerca e lo studio delle malattie ematiche.
Crediamo fermamente che ogni contributo che aiuti la scienza sia un dovere per tutti e, in particolare, per il Rotary che fa del “Servire” la sua missione più importante e significativa.
Ancora grazie e a presto.
Antonio Colleoni (Presidente R.C. di Meda e delle Brughiere 2023/2024)
Condividi l'articolo