Home » News » CONVIVIALE DEL 9/05/2024 – L’ARTE COME INVESTIMENTO

CONVIVIALE DEL 9/05/2024 – L’ARTE COME INVESTIMENTO

La serata del 9 maggio, in realtà, nasce nello scorso mese di ottobre quando è stata organizzata, grazie a Roberto Mancina, una piacevolissima giornata in quel di Reggio Emilia dove, tra altro, abbiamo avuto la possibilità di visitare l’importante collezione privata Marabotti grazie alla cortesia e disponibilità Di CREDEM Euromobiliare Private Banking. La collezione Marabotti dedicata all’arte moderna e contemporanea, conta più di 200 opere di importanti artisti internazionali.

Ebbene, in quell’occasione è nata l’idea di organizzare una serata molto ben riuscita grazie sempre a CREDEM e R. Mancina, che in qualche modo si collega alla gita a Reggio Emilia.

La serata può essere sintetizzata in questo titolo: “L’arte come investimento”, forse un po’ generico ma sufficiente ad inquadrare il tema trattato.

A parlarci di ciò sono intervenuti Stefano Guaita, Chief Global Welth Solution EASIM che ha presentato i servizi da loro offerti, riferiti all’arte, ma non solo comprendendo infatti, orologi, monete, gioielli, automobili d’epoca e altro ancora oltre a quelli di valutazione dei beni a cui si aggiungono il restauro e il deposito dei beni in appositi locali di scurezza.

Esaurita questa prima parte, Filippo Lotti, Amministratore Delegato di ArtDefender, è entrato più nel dettaglio nell’argomento della serata premettendo che ArtDefender è l’unica società in Italia che offre servizi integrati per l’art collection management; nasce nel 2008 da un’idea del suo fondatore Alvise di Canossa e da Arterìa, un’altra esperienza imprenditoriale di successo, oggi tra i principali players mondiali nel settore della logistica per l’arte al servizio di collezionisti, musei e operatori del settore.

Filippo Lotti vanta una lunga esperienza nel settore avendo iniziato a lavorare per Soteby’s Italia nel 1986 come responsabile delle aste di libri antichi e nel 2000 viene nominato Amministratore Delegato della sede italiana fino al luglio 2023, dopo una breve collaborazione con Aste Bolaffi, dal 1° febbraio di quest’anno è Amministratore delegato di ArtDefender.

Il relatore, forte della sua grande esperienza, ha illustrato con competenza e simpatia, il mondo del collezionismo e gli strumenti utilizzati per fornire a collezionisti e istituzioni le tante opportunità per poter affrontare al meglio il mondo dell’arte con una importante precisazione: le opere d’arte non devono essere confuse con altri e diversi strumenti di investimento perché alla base c’è la passione.

In ogni caso è sempre importante, oltre che prudente, affidarsi a professionisti del settore che possono offrire tutte le garanzie e le conoscenze specialistiche necessarie.

Ovviamente, occorre soprattutto accertarsi della provenienza dei beni onde evitare spiacevoli conseguenze, provenienza che è quasi più importante dell’autenticità.

Il mondo del collezionismo è un mondo particolare dove a volte accadono cose strane ed imprevedibili come il ritrovamento in un anonimo bar di Chiavenna, confuso tra le bottiglie, una scultura di Giacometti. E questo è solo un esempio tra i tanti.

Che dire in conclusione. Una serata piacevole e interessante che ci ha introdotto in un mondo un po’ particolare presentato in modo professionale ma, allo stesso tempo, non noioso o pesante, ciò grazie alla qualità del relatore.

Condividi l'articolo